La via dell'acqua a Molina
Le sorgenti, i Mulini operosi, le cascate scroscianti. Immersi per una giornata tra il lavoro dell’uomo e l’opera della natura.

Con questo itinerario vi promettiamo una giornata nel verde lussureggiante del Parco delle Cascate di Molina, a pochi chilometri da Verona, per ritrovare il vostro ritmo naturale e lo spazio del relax.
L’itinerario permette di raggiungere le sorgenti carsiche a monte del paese: le nostre guide vi faranno apprezzare le peculiarità delle rocce sedimentarie che danno forma al nostro paesaggio, i fenomeni di erosione carsica e le acque sorgive che originano i torrenti e le cascate del Parco.

Da risorsa naturale l’acqua diventa anche risorsa energetica: fin dal Medioevo, l’acqua, sapientemente incanalata, permetteva ai diciotto mulini della valle di macinare grano, granoturco, noci ed altro e caratterizzava la vita economica e culturale del paese e dell’intero vajo dei Progni.
I mestieri e i saperi sviluppatisi intorno all’operosità dei mulini sono ormai quasi perduti: la segheria, il follatoio per la lavorazione del medolàn attraverso battitura di lana e canapa, la spremitura delle noci per la produzione di olio per illuminazione o del mallo per ottenerne colore naturale, sono attività da riportare alla memoria con la visita al paese ed alle altre strutture restaurate.
Oggi è possibile visitare almeno uno dei mulini locali, restaurato ed adibito alla macinatura del mais e del granoturco, portati fin qui fin dalla città su carretti ricolmi di merce e trainati da muli.

L’ antica mulattiera che scende verso l’ingresso del Parco delle Cascate fiancheggia le vecchie corti del Paese, con ampi ingressi ad arco in pietra un tempo chiusi da pesanti portoni, a protezione di persone ed animali che trovavano ricovero nella case e nelle stalle.

Arrivati all’ingresso del Parco, è possibile scegliere tra diversi itinerari (Verde, Rosso o Nero), che verranno valutati con le guide a seconda delle condizioni meteorologiche e delle esigenze del gruppo.
Il Parco, nato nel 1974 grazie ad un’idea innovativa di Giuseppe Perin, un insegnante di scienze, poeta e appassionato divulgatore, che seppe coinvolgere gli abitanti di Molina nel suo grandioso progetto. Il Parco venne realizzato grazie al lavoro volontario degli abitanti del paese; oggi le strutture accolgono migliaia di visitatori l’anno, alla ricerca di contatto con la natura, ambienti incontaminati ricchi di storia e tradizioni, divertimento all’aria aperta.
La cascata verde, la cascata dell’Orso, la Spolverona e gli altri scroscianti salti d’acqua mettono in risalto una vegetazione ricca e preziosa, tanto da essere riconosciuta come Zona di Interesse Comunitario (Zona SIC) dalla comunità Europea. Le attrazioni acrobatiche nel Parco permetteranno, in totale sicurezza, di vivere un’avventura indimenticabile tanto per i ragazzi, quanto per gli adulti.

  • legenda

    clicca su uno di questi palloncini per scoprire i laboratori disponibili

  • info

    1 scegli le proposte del gambero nero che preferisci
    2 approfondisci i dettagli degli itinerari scelti
    3 invia scheda preventivo (itinerari a partire da €7,00)

  • inviaci il preventivo per questa offerta!