Il Monte Baldo d’estate
Vivere la biodiversità. Risalita mozzafiato in funivia per ammirare il Lago di Garda dall’alto; escursione sulle tracce di camosci e marmotte, alla scoperta delle peculiarità naturalistiche del Baldo, il giardino d’Europa.

Il monte Baldo è noto fin dal Cinquecento per la bellezza naturalistica e le rarità floristiche che ne abbelliscono i prati, i pascoli e le ripide vette rocciose e che gli hanno meritato il nome di Hortus Europae.
La catena montuosa si allunga dalle propaggini meridionali del Garda, dove si mantiene subacquea, si innalza tracciando il profilo orientale del Lago fino a spingersi a nord verso le vette trentine.
Le escursioni proposte da Gambero Nero sul Baldo ci portano fino a 1800 metri di quota, facilitando la risalita con la funivia o con partenze da quote intermedie. I trekking ci permettono di godere di ampi panorami assolati e di restare in quota percorrendo in parte le creste sommitali, attraverso sentieri ben tracciati e sicuri.
Composta soprattutto di rocce sedimentarie, la montagna veronese offre un paesaggio affascinante e tipicamente carsico, ricco di doline, monoliti, conche e grotte sotterranee.
Grazie alla straordinaria posizione geografica, oltre che alle vicissitudini geomorfologiche del passato, questo territorio offre una ricchezza naturalistica e paesaggistica di ineguagliabile valore: l’eccezionale varietà biologica fa sì che questa area possa essere considerata tra quelle con la biodiversità più elevata nell’intera Europa.
Salire dal Lago fino alle alte creste del Monte Baldo ci permette di attraversare in breve tempo tutte le principali formazioni vegetali presenti nella nostra penisola, passando dalla vegetazione tipica degli ambienti mediterranei (leccio, olivo, cipresso), alla fascia del bosco di orniello, carpino e roverella, ai castagneti, alle faggete, ai boschi di abeti e, infine, alla fascia alpina, caratterizzata dalle mughete e dai pascoli d’alta quota.
Durante il percorso sarà possibile sentire ed avvistare le marmotte, i camosci, l’aquila reale e gli altri animali che abitano le vette, mentre la presenza ormai frequente dell’orso bruno ci racconta di un ecosistema in evoluzione e da salvaguardare.

  • legenda

    clicca su uno di questi palloncini per scoprire i laboratori disponibili

  • info

    1 scegli le proposte del gambero nero che preferisci
    2 approfondisci i dettagli degli itinerari scelti
    3 invia scheda preventivo (itinerari a partire da €7,00)

  • inviaci il preventivo per questa offerta!